Torneo di D&D 5° Edizione

0

Buongiorno a tutti. Questo post è per sponsorizzare un evento gderristico nella nostra cara e vecchia Genova.

Come da titolo, ci sarà un torneo di D&D presso: Zughemmo Ludocafè – Via Faliero Vezzani 242R, 16159 Genova

Se pensate di essere all’altezza, formate un gruppo di avventurieri e presentatevi sabato 3 giugno!

Cliccate sulla locandina per il link diretto dell’evento

18275221_1887963388108453_7763190090232343765_n

Motivi per il quale odio d&d e info su d&d next

0

In questo articolo voglio spiegare il perchè odio D&D. A questo proposito ho trovato un’articolo interessante che racconta alcuni dettagli su D&D next. Riporto quanto scritto nell’articolo:

Gencon 2012 – focus su alcuni aspetti

Anche quest’anno è arrivata GenCon e anche quest’anno è finita. Come al solito è il momento più atteso dell’anno per quanto riguarda il mondo ludico e di solito attraverso essa si inizia a capire il futuro prossimo del gioco di ruolo. Non sono andato in america per parteciparvi, ma in questi giorni ho letto qualche resoconto e sono pronto a farvi un punto di quanto ritengo interessante riguardo a D&D. Come sempre c’è stata una conferenza tenuta dal team di sviluppo di dungeons and dragons next in cui si è parlato della nuova edizione in particolar modo delle classi e delle razze. A volermi smentire la Wizards ha annunciato che la nuova edizione non vedrà la luce prima del 2014 (io avevo predetto metà del 2013) a quanto pare la visione ottimistica di Monte è stata smentita dal lavoro vero di R&D. A questo slittamento io aggiungo anche la precisazione fatta a GenCon da Mearls secondo cui D&D Next non deve essere visto come un frankenstain nato dalle vecchi edizioni ma piuttosto un “greatest hits” di D&D shakerato con una visione moderna del gioco. Io da malpensante leggo le due cose in questo modo: la direzione che abbiamo preso fino ad ora è creare un frankestain di D&D quando dovevamo invece andare verso ad una direzione moderna, per cui c’è ancora molto da lavorare e tanto da buttar via. Del resto dal materiale del playtest non sento nè l’eccitazione che avevo con la 3.0 vedendo un punto di svolta in D&D nè la sorpresa della 4th che spiazzava completamente il punto di vista del gioco. Tutto sa comunque di già visto (del resto avevo criticato la scelta della R&D di andare indietro a pescare le vecchie edizioni, leggi il pensiero di monte cook sulla quinta edizione). Una cosa interessante che hanno fatto è stato lo svelare il numero dei partecipanti al playtest (75000) con un 30% di feedback che sono numeri grossi (normalmente i feedback si attestano intorno al 7% di media). E’ stato annunciata la ristampa delle vecchie edizioni di D&D con la possibilità di acquistarle anche in formato PDF. In particolare, ristamperanno qualche manuale ma renderanno disponibile in PDF tutti gli altri. I Forgottem Realms subiranno l’ennesima catastrofe che sconvolgerà l’ambientazione che darà il via ad un gruppo di avventure nei reami. La cosa innovativa sembra essere la possibilità di raccontare alla Wizards il risultato dell’avventura e far si che le scelte dei giocatori influenzino l’ambientazione. Come si possa fare questa cosa non ne ho idea, forse prenderanno il risultato più probabile, alla fine non si accontenteranno tutti… Sempre durante l’incontro su D&D Next riguardante i master è stato chiaramente indicato che l’obiettivo è di far fare sempre meno lavoro al master. E’ infatti non corretto che il master abbia un carico di lavoro di gran lunga maggiore di quello dei giocatori. Io vedendo il materiale di playtest non ho notato nessuna velocizzazione nel mio lavoro (vedi l’infinita quantità di incontri per portare da 1° livello a 5°) Alla fine comunque la cosa più eclatante è la dichiarazione di Mearls riguardo al fatto che la Wizards non vuole in futuro lavorare ancora a dei regolamenti, ma fare un grosso sforzo ora per una base di regolamento che utilizzerà per tutti i giochi di ruolo futuri.
//
Ora il mio odio per d&d si risolve in una sola frase di tutto questo articolo:
Io vedendo il materiale di playtest non ho notato nessuna velocizzazione nel mio lavoro (vedi l’infinita quantità di incontri per portare da 1° livello a 5°)
Questo significa che unico scopo dei master e dei giocatori è livellare per diventare sempre potenti. D&D trasforma i giocatori in giocatori power play. Ora non c’è nessun male ad avere personaggi potenti e powerplay, io stesso mi sono divertito un sacco a masterizzare un’avventura di Exalted con i pg che sfondavano i pilastri del mondo, ma l’ambientazione stessa vuole i pg come semidei!  d&d invece ha  la pretesa di essere un gdr in cuii pg sono si eroi, ma non semidei. Tuttavia il regolamento porta chiunque giochi a d&d a non ruolare ma a fare punti esperienza linciando mostri a destra e a sinistra.
Ovviamente ci sono anche delle eccezioni… ma sono davvero eccezioni….
Ora, se ci saranno commenti a questo post, sono sicuro che saranno negazioni di quanto sopra detto.
  • “Non è vero! noi giochiamo da un sacco di tempo e ruoliamo”
  • “Questo avviene solo nelle ultime edizioni!”
  • ecc ecc

Di fatto, sono 100 giocatori di D&D 80 sono power play.

E per qunato riguarda le utlime edizioni citerò, un articolo di un giocatore che cerca un gruppo di D&D 1/2 edizione:

“Cerco giocatori D&D e DM se c’è, per iniziare a giocare a D&D.

Nuovi appassionati o esperti non c’è problema, basta che ci sia voglia ed entusiamo, e che non si finisca dopo 1 mese dall’inizio. Io cerco per la prima e seconda edizione, so che è una richiesta un pò strana, ma ci sono molto affezionato e vorrei continuare con quella versione.Ho esperienza con tutte le classi ma mi proporrei come mago, personaggio all’inizio un pò debole, ma che se si ha pazienza diventa devastante!!! Se non vi scoccia, e come ho detto, siete convinti, scrivetemi senza problemi.”

Porto alla luce questa frase: “Ho esperienza con tutte le classi ma mi proporrei come mago, personaggio all’inizio un pò debole, ma che se si ha pazienza diventa devastante!!!”
Il giocatore in questione vuole giocare con il mago non perchè gli piace interpretare il mago, ma perchè poi diventa devastante!
qui chiudo. :) buona giornata a tutti!

4

[Italia] Addio a Dungeons & Dragons!

La notizia che molti appassionati temevano e sospettavano a fronte dell’assoluta mancanza di uscite degli ultimi tempi è diventata realtà: nel sito MM25 riservato ai negozianti non appaiono più nuove uscite legate a Dungeons & Dragons in lingua italiana, sia per la versione Essentials che per la versione ‘ordinaria’. La Cripta dei Mostri quindi non farà più la sua apparizione in italiano algrado alcune, residue speranze dei giocatori. La decisione è stata evidentemente presa a fronte di vendite, sia per Dungeons & Dragons che per i giochi di ruolo in generale, davvero sconfortanti. Tutti i prodotti pubblicati restano comunque a catalogo, fino ad esaurimento, mentre l’importazione delle nhovità in lingua inglese continua regolarmente e le uscite sono regolarmente annunciate.

La fonte : http://www.infoludiche.org/?p=2466#comments